eBook Il caso Scaglia


Il “libro bianco” sul caso Scaglia può essere visualizzato qui sotto.


E’ anche possibile scaricare l’eBook cliccando qui .


Chi fosse interessato a ricevere una copia cartacea può compilare il modulo di richiesta.


6.806 Commenti a “eBook Il caso Scaglia”

  • carlo vanoli:

    Caro Silvio
    avrei dovuto scriverti prima, quando ancora la tua innocenza non era stata provata in giudizio (sul piano personale la davo sempre per scontata). Adesso forse faccio, come tanti, la parte di quello che salta sul carro del vincitore. ma non importa. Ci tenevo a dirti quanto ho apprezzato le tue parole dopo che sei stato assolto, la tua solidarieta’ per quelli piu’ sfortunati (non meno fortunati) di te. E’ una giustizia che va riformata, la carcerazione preventiva e’ un obbrobrio medioevale. Peccato che in Italia sia cosi’ difficile, almeno sino a che parlare di giustizia equivarra’ quasi sempre a parlare di un altro Silvio che, a differenza di te, strepita contro la giustizia dopo una condanna definitiva in terzo grado, e senza essersi mai fatto nemmeno un’ora di galera (se mai la farà). Io sono da due anni indagato (ma ancora lontano da una possibile richiesta di rinvio a giudizio) per bancarotta fraudolenta per il fallimento Snia, avvenuto nel 2010, 4 anni dopo che mi sono dimesso dalla carica di amministratore delegato. Inutile dire non ho nessuna reposnabilita’, ne’ civile ne penale, e nemmeno nulla da rimproverarmi sulla correttezza assoluta del mio comportamento da amministratore. Io ho fiducia nella giustizia, peccato che quando lo dico i miei avvocati mi guardano come fossi un….. ingenuo. Meglio ingenuo ed onesto che furbo e delinquente, dico io. Stammi bene

  • vinicio:

    Bentornato Ingegnere,le auguro un processo equo e rapido anche se quello che ha patito non lascerebbe presagire nulla di buono…..spero per lei che questo incubo si chiuda al più presto e che lei torni a lavorare in italia un paese che dal punto di vista dell’amminstrazione della giustizia e non solo, non la merita…ma di persone come lei il nostro paese ne ha un bisogno vitale….buona fortuna e che dio la benedica.

  • Fabio:

    ciao Silvio, a te devo buona parte del mio lavoro, ho seguito le tue idee fin dal 2000 e in esse ho trovato uno spazio nel mondo delle TLC. Conosco a fondo la tua vicenda e non oso immaginare qualnta rabbia hai dentro, quanta voglia tu abbia di urlare al mondo la tua estraneità, purtroppo sarebbe bello anche per te poter esternare in TV le tue difese poichè oggi chi è indagato ha gia con la GOGNA MEDIATICA addosso, usa le tue armi per non lasciare questa situazione in sordina, fai casino, fai rumore, fatti valere….un uomo che ha creato una AZIENDA dal nulla e ha dato lavoro e innovazione a tanti non può essere costretto a stare nell’incertezza della giustizia. un pensiero a te e alla tua famiglia. TIENI DURO!!!

  • Mauro:

    Dottor Scaglia, un semplice messaggio di solidarieta’ e di buona fortuna. Spero che possa tornare presto al lavoro e lasciarsi questa bruttissima parentesi alle spalle.
    In bocca al lupo!
    Cordialmente, Mauro

  • Gentile dottor Scaglia
    Non si preoccupi leggendo il mio nome non sono il Massimo Micucci coinvolto nella vicenda e ristretto in carcere…mi occupo invece di comunicazione e public affairs e sono stato coinvolto solo dall’omonimia (http://mondopiatto.blogspot.com/2010/03/telefonopoliomen-omonimila-difficolta.html). ma anche per questo mi sento vicino alle sue drammatiche vicende,e voglio esprimerle la mia stima personale ed il sostegno per quanto accaduto.. della sua lungimiranza sono proiva i rusltati delle sue iniziative (con Fastweb abbiamo anche avuto occasione di collaborare per un pò di tempo..)
    Soprattutto voglio esprimere e la certezza quasi matematica , che la assoluta maggioranza se non tutti gli addebiti che le sono mossi cadranno..
    Intanto però il processo più grave contro di lei è già avvenuto , quello mediatico: così grave da aver certemente colpito gli affetti, l’azienda e la credibilità dell’Italia. Ho qualche esperienza avendo avuto amici e clienti che hanno subito un trattamento analogo e che poi sono risultati innocenti di praticamente tutti i capi d’accusa .. da allora considero un punto chiave non tacere sulla follia delle giustizia italiana…Come per i paesi arretrati la incertezza , la faziosità l’intrico burocratico , l’assenza di meritocrazia e la permeabilità politica del funzionamento del sistema giuridico legale sono una delle ragioni principali della nostra arretratezza e decadenza….Dunque chi ha il coraggio di resistere è ragione di speranza e forza per tutti
    Buone feste e tenga duro
    Massimo Micucci
    PS
    le mie ragioni sono state illustrate per un periodo su un blog che segnalo in testa

  • Andrea Scaglia:

    Seguiamo il tuo percorso da sempre e siamo convinti della tua innocenza. Specialmente la zia Marisa che ti conosce fin da bambino.
    Non è assolutamente giusto quello che sta succedendo e la disponibilità che hai dimostrato ti promuove e ti distanzia da quelli che le truffe le fanno davvero.
    Il giorno dopo che tutto è cominciato hai subito preso l’aereo per renderti disponibile ad ogni interrogazione e questa verità resta scritta comunque.
    Stringi i denti e la verità.

    Ti abbracciamo con affetto.

    Marisa Scaglia
    Sergio Scaglia
    e Andrea Scaglia

  • [...] “libro bianco” sul caso Scaglia può essere visualizzato qui. E’ anche possibile scaricare l’eBook cliccando [...]

  • Pasquale, Ancona:

    Di solito ad aver paura della giustizia sono quelli che fuggono.
    I giudici dovrebbero seguire, con la massima attenzione, la limitazione della libertà inflitta ad una persona che, volontariamente, è rientrata in Italia, mettendosi a disposizione dei giudici per far luce sulle indagini a proprio carico.
    Lo gridano a gran voce l’insieme dei cittadini onesti, che pagano le tasse fino all’ultimo centesimo, preoccupati che un analogo trattamento possa esser sia dato in futuro ad uno di loro, nella malaugurata ipotesi di incorrere in una analoga indagine.

  • Alessandro:

    Carissimo Scaglia,
    -trovo allucinante e vergognosa la sua situazione.
    -trovo allucinante che una persona del suo livello debba essere in Val D’Aosta e nn a sviluppare altri e importanti progetti
    -trovo allucinante che, al pari di altre notizie,nn trovi spazio sui media trasmissioni etc etc .. la sua situazione
    -trovo allucinante che una persona perbene si costituisce, e i giudici “buttano via le chiavi” della cella(a fronte di casi ben più gravi dove l’imputato esce immediatamente..)
    -trovo allucinante ceh associazioni come Confindustria o altre nn parlino mai di lei (anche se res all’estero o nn iscritto etc etc ma pur sempre imprenditore)
    -trovo allucinante tutta la sua situazione e il silenzio assordante che la riguarda
    Forza Scaglia,
    Alessandro

  • pietro:

    Incredibile e inaudito quello che ha vissuto e sta’ vivendo Silvio Scaglia,non posso che esprimere tutta la mia vicinanza e solidarietà.”Il ns non è un paese civile”

  • Edoardo:

    esprimo il massimo sostegno morale all’Ing Scaglia, che, come il sottoscritto, si è illuso di trovare giustizia nella magistratura italiana, spero che la ottenga.

  • MASSIMO:

    Egr. Dr. SCAGLIA,
    sono un FASTWEBBIANO da sempre,sia come cliente che come azionista.
    Il rammarico per ciò che le sta accadendo è immenso .
    Quello che sento in me dovrebbe essere sentito da tutti gli italiani che amano la giustizia “vera e giusta” e la libertà delle idee.
    Le manifesto la mia stima da Italiano e spero che questa Sua vicenda si concluda presto nel modo “esatto e giusto” (non posso dire anche rapido).
    Spero che questa vicenda – una volta conclusa a Suo favore – non scateni una ridda di falsità e di rovesciamenti di fronte, percui i suoi aguzzini di oggi diverranno i suoi paladini….domani.
    Lei sa bene chi si è sempre schierato dalla Sua parte e chi no.
    Saprà ben DIVULGARE la VERITA’ VERA proprio per far capire ai tanti Italiani ignari, che questa Sua vicenda è allarmante proprio perchè incide nelle coscienze degli uomini che amano la libertà.
    Il suo comportamento è stato esemplare.
    I veri italiani sanno riconoscere le persone oneste.
    Purtroppo esiste una parte dell’Italia….che GIUDICA (per professione) gli altri , ma che disdegna ogni GIUDIZIO a suo carico che non sia di piena approvazione.
    Non vedo l’ora di saperla libero e di nuovo in corsa per una nuova avventura industriale che replicherà i successi di FASTWEB.
    L’abbraccio “virtualmente” con sincera stima.
    MASSIMO CORSINI

  • Daniela:

    Questo libro bianco é un’accusa pesante verso il sistema di giustizia Italiano. Una persona “normale” non riesce a capire come si possano continuare a tollerare simili attacchi alla libertà individuale senza proteste pubbliche, senza paginate sulla stampa “mainstream”.
    Continuo a sostenere l’ing. Silvio Scaglia e la sua famiglia ed essere loro vicina. Non sono che una noce in un sacco, ma se le noci aumentassero…….

  • kristina:

    cari silvio e monica,
    seguo da tempo la vostra bruttissima vicenda e mi spiace molto che se ne parli sempre così poco. l’ingiustizia è una piaga per tutti.
    sappiate che avete tutto il mio sostegno morale: si ha diritto di vivere la propria vita, che poi è una sola.

    con affetto (verso voi e i vostri figli)
    kristina da brescia

Lascia un Commento

Newsletter
Iscriviti alla newsletter di silvioscaglia.it




ebook il caso scaglia

Perché un blog?

“Questo Blog è dedicato alla figura di Silvio Scaglia, imprenditore ed innovatore, protagonista di start up (Omnitel, Fastweb, Babelgum) oggi impegnato in nuove sfide come il rilancio de La Perla, marchio storico del made in Italy. E' un luogo di informazione e di dibattito per tutti gli stakeholders (dipendenti, collaboratori, clienti) ma anche comuni cittadini che hanno seguito le vicende in cui Scaglia, innocente, si è trovato coinvolto fino alla piena assoluzione da parte della giustizia italiana.” - Stefania Valenti, Chief Executive Officer Elite World