Carcere: idee contro il disastro

Convegno a Roma il 7 luglio della C.P.R. a favore di una legge “bipartisan” di modifica della custodia cautelare



Una proposta di legge “bipartisan” tra deputati di maggioranza e di opposizione per la modifica delle attuali norme sulla custodia cautelare, con particolare riferimento al “pericolo di reiterazione del reato”. E’ l’ambizioso obiettivo che si propone il Convegno “Carcere: idee contro il disastro” che si terrà mercoledì 7 luglio a Roma (a partire dalle ore 10.00) presso l’Aula  “Europa” della Corte di Appello di via Romeo Romei, promosso dal Centro Studi “Alberto Pisani” della Camera Penale capitolina, con il patrocinio della Fondazione Enzo Tortora.



L’appuntamento arriva con un tempismo a dir poco puntuale, visti i tempi e quel che succede a migliaia di indagati (il 40% circa dei detenuti delle carceri italiane è in attesa di giudizio), in un contesto di sovraffollamento “record” degli istituti di pena, il più alto della storia della Repubblica (oltre 68mila presenze), senza contare le persone “murate vive” agli arresti domiciliari (che sono sempre meglio della galera, ma sempre arresti sono).


Certamente sarà indispensabile misurare il polso e le valutazioni che offriranno i parlamentari presenti (Gaetano Pecorella del Pdl, Lanfranco Tenaglia del Pd e Rita Bernardini dei Radicali) e la  loro eventuale disponibilità a farne una proposta di legge che raccolga numerosi consensi tra le fila di Montecitorio.


I lavori saranno aperti dall’avv. Gian Domenico Caiazza, Presidente Camera Penale Roma e dall’ On. Francesca Scopelliti, Presidente Fondazione Tortora. In particolare la proposta di riforma sulla custodia cautelare, anche nei suoi aspetti più tecnici,  sarà illustrata dal prof. Luca Marafioti, Ordinario di Procedura Penale presso l’Università Statale Roma 3. Tra gli altri relatori, saranno presenti il direttore del carcere di Rebibbia, dott. Carmelo Cantone e del carcere di Terni,  dott. Francesco Dell’Aira, il dott. Giovanni Tamburino, Presidente del Tribunale di Sorveglianza di Roma e il dott. Eustachio Vincenzo Petralla, della Direzione Generale dell’Esecuzione Penale Esterna  D.A.P.


A questo link il documento di presentazione del convegno.


4 Commenti a “Carcere: idee contro il disastro”

  • luisa:

    Quelli che dissero che avrebbero seguito giorno x giorno questa vicenda immagino siano su altri lidi con la pancia al sole e con un nulla di fatto come al solito. Purtroppo tanti sono solo capaci a blaterare….senza mai prendersi nessun tipo di responsabilita’: sarebbe troppo impegnativo…..meglio lasciare correre….

  • Cesare:

    macchè convegno e parole! – sia applicata la legge!. E’ più che sufficiente x toglere discrezionalità, arroganza, voglia di protagonismo a coloro che hanno il preciso dovere di APPLICARE la legge.
    Altroche tentare di uccidere aziende che non piacciono (Fastweb) con commissariamento e mettere in condizioni di non parlare i protagonisti dell’unica vera rivoluzione tecnologica attuata con le privatizzazioni(sic!) dei monopoli di Stato.

    Il convegno si occupi di ristabilire il giusto equilibrio tra delitto e castigo (tenendo anche in seria considerazione di introdurre azioni di responsabilità nei confronti di chi utilizza la legge in modo impoprio).

  • Bruno:

    Pregevole iniziativa ed alquanto importante. Mi chiedo però, senza voler aprire inutili dibattiti politici che diventano poi partitici e questa sede è tutt’altro, perchè l’attuale governo che ha fatto delle riforme della giustizia un suo caposaldo non mette mano, non sfiora neppure l’argomento che qui ci colpisce. Potrei anche chiamare in causa il precedente, ma, nel bene e nel male, non si era così “appassionato” all’argomento giustizia.
    Presenza dei parlamentari al convegno. Giusto che ci siano i legislatori, ma serve un convengo, serve la CPR per venire a sapere cosa sta succedendo. Questi (tutti, senza distinzioni) non possono non sapere. Compresi quelli che alla prima ora dissero che avrebbero osservato giorno per giorno questa vicenda.
    Persone distratte, molto distratte.

Lascia un Commento

Newsletter
Iscriviti alla newsletter di silvioscaglia.it




ebook il caso scaglia

Perché un blog?

“Questo Blog è dedicato alla figura di Silvio Scaglia, imprenditore ed innovatore, protagonista di start up (Omnitel, Fastweb, Babelgum) oggi impegnato in nuove sfide come il rilancio de La Perla, marchio storico del made in Italy. E' un luogo di informazione e di dibattito per tutti gli stakeholders (dipendenti, collaboratori, clienti) ma anche comuni cittadini che hanno seguito le vicende in cui Scaglia, innocente, si è trovato coinvolto fino alla piena assoluzione da parte della giustizia italiana.” - Stefania Valenti, Chief Executive Officer Elite World