La Scaglia Story diventa un cartoon



Silvio Scaglia, fondatore di Fastweb e attuale azionista di riferimento di Babelgum, si è consegnato il 26 febbraio scorso alla giustizia italiana per chiarire la sua posizione agli inquirenti.  Avrebbe potuto aspettare, prendere tempo, mandare avanti i suoi legali, ma non lo ha fatto , si è costituito  “senza se e senza ma”. Forte della sua innocenza.


Da allora però ha trascorso oltre cinque mesi agli arresti: quasi 90 giorni nel carcere romano di Rebibbia, per poi essere trasferito dal 17 maggio ai domiciliari in Val d’Aosta.  Nel frattempo, sui mass media le ragioni della sua innocenza sono passate in secondo piano per l’incalzare di altri eventi giudiziari dal grande appeal mediatico.


Per queste ragioni e per ribadire l’assoluta estraneità di Scaglia ai fatti contestati, il Blog ha deciso di rinfrescare la memoria ad amici, conoscenti, collaboratori, media e opinione pubblica in genere, ripercorrendo le tappe di questa vicenda  kafkiana. In una maniera nuova, certamente dissacratoria, nella convinzione che la verità può essere raccontata con un po’ di humour, anche se investe drammaticamente quella delicatissima sfera che è la privazione della libertà personale. Perché , è bene ricordalo Silvio Scaglia è in carcere preventivo (senza che i tre motivi fondamentali sussistano ovvero rischio di fuga, reiterazione del reato e inquinamento delle prove)  in attesa di potersi finalmente difendere nelle sedi competenti.


Di più non diciamo. L’appuntamento è per domani, mercoledì 28 luglio. Arrivederci al prossimo click!


1.430 Commenti a “La Scaglia Story diventa un cartoon”

  • John Percival:

    Looking forward to it! Any move to bring more awareness of this injustice to Silvio is more than welcome!

  • Cesare:

    bellissimo…. finalmente riusciremo a dare un volto al gatto ed alla volpe!

  • Sostenitore:

    Il messaggio che danno i giudici italiani è forte e chiaro: se per qualsiasi ragione voi cittadini italiani doveste avere problemi con la giustizia non prendete il rischio di finire in detenzione preventiva insieme alle decine di migliaia di detenuti in attesa di giudizio, di cui poi la maggior parte vengono assolti. Andate all’estero e non fatevi prendere fino a che i vostri legali non chiariscano la vicenda, tanto se siete innocenti collaborare non premia.

    • stefano:

      E anche in questo caso, si configura il reato di istigazione a delinquere (la latitanza è un reato).. Quindi: o ti sequestrano (reato) o ti istigano alla latitanza (reato). E poi dicono che gli onesti sono loro!

    • SOLE:

      PAROLE SANTE!!! PERFETTO NON FA UNA PIEGA!

Lascia un Commento

Newsletter
Iscriviti alla newsletter di silvioscaglia.it




ebook il caso scaglia

Perché un blog?

“Questo Blog è dedicato alla figura di Silvio Scaglia, imprenditore ed innovatore, protagonista di start up (Omnitel, Fastweb, Babelgum) oggi impegnato in nuove sfide come il rilancio de La Perla, marchio storico del made in Italy. E' un luogo di informazione e di dibattito per tutti gli stakeholders (dipendenti, collaboratori, clienti) ma anche comuni cittadini che hanno seguito le vicende in cui Scaglia, innocente, si è trovato coinvolto fino alla piena assoluzione da parte della giustizia italiana.” - Stefania Valenti, Chief Executive Officer Elite World